Dicono di noi – Rassegna stampa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

12-03-2002 – www.lagonline.it

Tuscia Romana: l’Unione Industriali di Roma guarda a Nord

 

13-01-2001 – Corriere di Civitavecchia 

08-03-2001 – Il Resto

12-03-2002 – www.lagonline.it
Tuscia Romana: l’Unione Industriali di Roma guarda a Nord

18-03-2002 – www.lagonline.it
 

Intraprenditori

AlterEgo & Partners™

Storia imprenditoriale del Gruppo

The Servo Story

For Professionals by Professionals™

Dal portfolio Clienti

Il G. Bresciani Business Center™

Evoluzione dell'immagine

 

Prima pagina del sito

Tutti i siti

 

12-03-2002 – www.lagonline.it

Notiziario telematico del Lago di Bracciano - 12 Marzo 2002

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tuscia Romana: l’Unione Industriali di Roma guarda a Nord *

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tuscia Romana:

l’Unione Industriali di Roma

guarda a Nord

 

 

"Primo passo: un Convegno aperto a tutti gli imprenditori dell'area.

 

Obiettivo, canalizzare le forze verso vie di sviluppo innovative, anche attraverso la modernizzazione delle vocazioni primarie: turismo e agricoltura."

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

* In risposta al crescente interesse dell'Unione Industriali di Roma per il territorio della  Tuscia Romana (in sintonia con BIC Lazio ed ISI erroneamente definita come "articolata sui territori di una ventina [!] di Comuni, che fanno perno intorno al Lago di Bracciano e ai Monti Sabatini", il Gruppo AlterEgo & Partners si farà contestualmente promotore della costituzione di un'associazione di impresa autenticamente "territoriale", dando vita ad UnionTuscia™, l'Unione degli Imprenditori della Tuscia Romana™ .

 

Lo farà eleggendo a territorio di competenza l'unica, storica "Tuscia Romana", cioè il Nord-Ovest del Lazio, tra le Regioni Toscana ed Umbria, la Valle del Tevere fino alla foce del fiume ed il Litorale Tirrenico Nord partendo da Roma, comprendente quindi i suoi legittimi 90 [!] Comuni - vale a dire i 30 Comuni del Nord-Ovest della Provincia di Roma, già terra etrusca, e i tutti compresi 60 della Provincia di Viterbo.

 

L'area viterbese - a pieno titolo storico parte della Tuscia Romana o cosiddetto "Patrimonio di San Pietro" - è stata di recente ribattezzata "Tuscia 'Viterbese", non solo del tutto inutilmente (perché sarebbe un po' come sertire di dover sottolineare "la CocaCola 'nordamericana' o 'statunitense'", dato che con "Tuscia" si identifica da sempre ed in modo univoco la zona di Viterbo, ma anzi di conseguenza (spaccando in modo antistorico ed arbitrario la Tuscia Romana in due) dannosamente ai fini di un efficace marketing territoriale.

 

 

Nota della Redazione